Catturato uomo serpente tra i boschi di Carrega in provincia di Parma.

La terra è piena di misteri, talvolta davvero inspiegabili. L’ultima notizia sconvolgente arriva dall’Emilia Romagna, precisamente da Carrega. Ieri mattina dei cacciatori sono partiti di mattina presto per andare a cercare un po’ di selvaggina, e sulla via del ritorno hanno fatto un ritrovamento parecchio strano. Dopo aver avvistato la sagoma di un uomo che si dimenava per terra, come se fosse in difficoltà, si sono precipitati a soccorrerlo, ma quello che hanno trovato li ha lasciati a dir poco sconvolti. In terra infatti giaceva, impigliato in una trappola per cinghiali, una creatura per metà uomo e per metà serpente.

Nessuno mai aveva ipotizzato nemmeno l’esistenza di una creatura del genere.

I due cacciatori  raccontano a un giornale locale, sono rimasti subito sconcertati. “Abbiamo visto quella cosa dimenarsi per terra, all’inizio sembrava un essere umano, aveva la testa e le braccia, ma una volta avvicinatici ci siamo resi conto di quanto fosse anomalo. Abbiamo avuto paura e abbiamo allertato le autorità. Non sapevamo cosa fosse, non volevamo rischiare.  All’inizio abbiamo pensato a una qualche creatura preistorica, ma poi abbiamo capito che si tratta sicuramente di qualche esperimento genetico finito male.

Intanto ricercatori di tutto il mondo sono arrivati sul posto per studiare la creatura, che poche ora fa è stata traspotata all’istituto di biologia e zoologia di Parma. Da quanto emerso finora (poco a dire la verità, ci vorrà molto tempo per capire meglio il quadro genetico) ilserpente con il busto, la testa e le braccia di un uomo ha 46 cromosomi, esattamente quanti ne possiede il genere umano. Secondo una prima ricostruzione scientifica il serpente/uomo sarebbe il frutto di un errore genetico della natura (forse durante il crossing over, un processo che si verifica nelle fasi precedenti alla fecondazione) e avrebbe acquisito parte del corredo genetico di un rettile. La causa è ancora da stabilire, ma di certo c’è qualcosa di strano, impossibile non pensare agli studi e agli esperimenti effettuati per trasferire nell’uomo, la capacità di rigenerare il prprio corpo, capacità posseduta da serpenti  e lucertole.