Napoli. Donna partorisce una bambina incinta.

Questo Natale in un ospedale di Napoli una mamma ha messo alla luce una bambina. La notizia non sembrerebbe straordinaria, se non fosse che, per quanto incredibile possa essere, la bambina risulta essere incinta. La bimba è nata in una sala del reparto di radiologia, dato che le sale di neonatologia erano già piene di mamme ansiose di accaparrarsi il bonus bebè di Renzi. Ma come si spiega tale evento? Il professore Domenico Stopardi, docente di ginecologia presso un’Università di Napoli fornisce un’autorevole spiegazione: “Quando avviene il concepimento la donna smette di ovulare, e di conseguenza qualsiasi successivo tentativo degli spermatozoi di fecondare un ovulo andrà ovviamente a vuoto. In alcuni casi è possibile, però, che gli spermatozoi continueranno il loro viaggio fino a raggiungere il feto, e quasi sempre questo coincide con la loro morte. Ma in rarissimi casi un feto femminile può ovulare all’improvviso, e allora lo spermatozoo può incredibilmente raggiungere e fecondare un ovulo. Il risultato sarà che comincerà un’altra gravidanza, ma questa volta della figlia. Il mio consiglio è andare cauti quando la propria partner è incinta se si vogliono evitare situazioni un po’ imbarazzanti”. I dottori stimano che la bimba sia già al quinto mese di gravidanza. Dalle precedenti radiografie si evinceva che si trattava di una bambina un po’ panciuta, ma non se ne capiva il motivo, e si sospettava che fosse colpa dei dolciumi di cui la mamma è ghiotta.

 

 

 

Alla nascita la bimba pesava 4 kg, di cui un kilo e mezzo solo del figlio, di cui ancora non si conosce il sesso. Intanto la donna, che ha preferito mantenere l’anonimato, potrebbe stabilire il curioso record mondiale di “Prima donna ed essere chiamata nonna prima che qualcuno la chiami mamma”. E chi sarà mai il padre del nipotino/a? Dalla spiegazione del professor Stopardi si sa che la bambina è figlia del giovane nonno, che ha dichiarato, scherzandoci su: “Non pensavo che sarei diventato padre e nonno in così breve tempo. Sono fiero di me stesso”. A rendere ancora più memorabile la giornata per i due genitori ci ha pensato addirittura Papa Francesco, il quale, venuto a sapere della straordinaria notizia, li ha voluti chiamare personalmente per congratularsi con loro.