loading...

PUTIN impone il maiale agli islamici in Russia: “È la nostra cultura, adattatevi o andate via”

Il presidente Russo Vladimir Putin avverte i migranti: “In Russia abbiamo una cultura a cui dovete adattarvi”.

loading...

Vladimir Putin, politico russo.Un uomo dipinto come un nuovo Zar, ma anche capace di ridare dignità al popolo russo. “L’uomo più forte che la Grande Madre Russia abbia mai avuto”. Così viene definito dai suoi connazionali.  Da leader russo ha governato il Paese in un periodo di forte crescita economica, con la nascita di un ceto medio diffuso, la lotta alla povertà e all’alcolismo, la riappropriazione delle risorse energetiche, la liquidazione degli oligarchi, l’intervento in Crimea. Dare un giudizio su tutto questo meriterebbe un’approfondita conoscenza della Russia, della sua cultura e della sua gente.

In questi giorni il capo del Cremlino ha riconquistato le prime pagine dei giornali per una nuova polemica diretta, questa volta, contro gli immigrati musulmani che arrivano nel Paese.

Immigrati che, secondo Putin, devono adattarsi alla cultura occidentale anche in quegli aspetti più ostici per l’integrazione. A partire dal consumo di alcol e carne di maiale.

 

“Chi arriva in Russia deve adattarsi alla nostra società – ha scritto il ministro in un post che ha spopolato sui social network – “Qui mangiamo il maiale, beviamo alcolici e andiamo in giro a volto scoperto. Devi aderire ai nostri valori, alle nostre leggi e regole se vuoi venire qui.”

Le affermazioni dello Zar, riferisce il quotidiano britannico The Mirror ha raccolto oltre duecentomila consensi ma anche molte critiche. Molte associazioni dei musulmani in Russia, infatti, hanno protestato contro quelle che ritengono essere frasi razziste e divisive.

Da più parti sono anche state richieste le scuse del ministro, che però per il momento sembra ben intenzionato a non tornare sui suoi passi.